Conflitti

Contenuto principale

Il contenuto seguente è un elenco dei primi articoli del contenuto principale.

10 anni di indipendenza «Con questa classe dirigente il Kosovo non va avanti»

Corruzione imperante, disoccupazione dilagante: la situazione in Kosovo è desolante. Le colpe della dirigenza locale e degli Stati che la sostengono.

Promozione della pace a Pyeongchang Il CIO confrontato con le sue contraddizioni interne

Il CIO, con sede in Svizzera, mediatore nei conflitti politici? Una questione controversa costantemente d’attualità prima delle Olimpiadi.

Ulteriore contenuto principale

Il contenuto seguente è un elenco di ulteriori articoli del contenuto principale.

Conversioni religiose ONG cristiane poco gradite in India?

Le organizzazioni caritative finanziate dall'estero sono confrontate con sempre maggiori difficoltà in India.

Giornata della memoria La Svizzera di fronte all'Olocausto

Il 27 gennaio si commemora la Giornata internazionale dedicata alla memoria delle vittime del genocidio degli ebrei.

100 anni dallo sciopero generale "Si sta assistendo alla rinascita dei conflitti sociali in Svizzera"

Per molto tempo dimenticato, lo sciopero sta riguadagnando popolarità nel paese della pace del lavoro.

Militari svizzeri in Corea L'unica «entità imparziale» della penisola coreana

Il contingente militare svizzero sulla frontiera tra le due Coree è ben consapevole che il minimo errore può avere conseguenze catastrofiche per ...

Riciclaggio, truffa, coazione 13 presunti finanziatori delle Tigri tamil a processo in Svizzera

Si è aperto oggi a Bellinzona il processo a 13 presunti finanziatori delle Tigri tamil. Sono accusati tra l'altro di truffa e riciclaggio di denaro.

Aiuto umanitario La Svizzera cerca di riprendere piede a Damasco

Con l'apertura di un "ufficio umanitario", il ministero degli esteri ha posto la prima pietra per una rappresentanza diplomatica svizzera a Damasco.

Intervista al presidente del CICR «I conflitti durano sempre più a lungo e gli sfollati aumentano»

In un’intervista a swissinfo.ch, il presidente del CICR Peter Maurer stila un bilancio dell’anno che sta per concludersi e volge lo sguardo al 2018.

Yemen sull’orlo dell’asfissia «Le guerre in Siria e in Iraq non hanno generato il livello di miseria che c’è in Yemen»

La morte violenta dell’ex presidente yemenita Ali Abdallah Saleh, pochi giorni dopo l’appello lanciato all’Arabia Saudita, rischia di alimentare ...

La Svizzera come potenza protettrice Con la massima discrezione

Come fanno degli acerrimi nemici a rimanere in contatto? La Svizzera contribuisce a evitare che il filo del dialogo si spezzi del tutto, assumendo ...

Sminamento in Bosnia ed Erzegovina «Ci vorrà molto tempo fino alla bonifica totale della Bosnia»

A più di vent'anni dalla fine della guerra, il lavoro di sminamento in Bosnia è tutt'altro che concluso. Ovunque si trovano ancora mine e bombe a ...

Soldati dell’EUFOR in Bosnia ed Erzegovina «Siamo qui per tastare il polso della gente»

Di pattuglia a Mostar e negli immediati dintorni della città in Bosnia ed Erzegovina assieme ai soldati svizzeri in missione per l’EUFOR.

Attentato in Egitto Terrorismo, 20 anni dopo la strage di Luxor

Vent'anni fa avvenne il peggior attentato terroristico contro cittadini svizzeri. Oggi il terrorismo continua a far paura, ma le vittime sono in calo.

Bosnia e Erzegovina dopo la guerra (1992–1995) «I bosniaci vogliono soprattutto vivere una vita normale»

La guerra in Bosnia è finita oltre 20 anni fa. La situazione nel paese è tranquilla, anche se gli sforzi per superare i traumi della guerra non ...