Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Religioni in Svizzera Un quarto della popolazione elvetica non è credente

passanti davanti al duomo di Zurigo, dove su una parete esterna c'è la statua del riformatore Heinrich Bullinger.

Il maggior calo tra i gruppi religiosi in Svizzera è stato registrato dagli evangelici riformati.

(Keystone)

Il numero di abitanti che non hanno una fede religiosa in Svizzera è più che raddoppiato dal 2000 ad oggi, secondo i nuovi datiLink esterno pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST). I cristiani diminuiscono, mentre i musulmani crescono pian piano.

La proporzione di coloro che si dichiarano non credenti è passata dall'11,4% nel 2000 al 24,9% nel 2016. Un terzo dei non credenti si dice ateo, mentre un quarto si dichiara agnostico (incerto se un Dio esiste o meno).

religioni

grafico

Tra i credenti, i cattolici sono i più assidui frequentatori di chiese: il 26% partecipa ad un servizio religioso tra le sei e le dodici volte all'anno. Gli evangelici sono i più pii, con il 51% che prega ogni giorno e il 34% più volte al giorno.

Sul fronte opposto, i musulmani sono i meno devoti, con il 46% che dice di non aver mai partecipato a un servizio religioso e il 40% di non avere mai pregato negli ultimi 12 mesi. Solo il 12% partecipa alle preghiere collettive una volta alla settimana e il 17% prega quasi ogni giorno.

Le donne propendono maggiormente degli uomini ad avere credenze metafisiche: il 58% delle prime e il 37% dei secondi crede che angeli o esseri soprannaturali veglino su di noi. Più della metà delle donne (il 56%) e il 42% degli uomini intervistati inoltre crede che alcune persone possiedano poteri sovrannaturali, quali il dono della guarigione o della veggenza.

(1)

Grafico religioni in Svizzera

swissinfo.ch/ac

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.